Bollettino fitosanitario del 29 Maggio 2018

Meteo: permane un periodo di instabilità metereologica, con locali rovesci temporaleschi.

Fase fenologica: La maggior parte dei vigneti ha terminato la fioritura e si trova nella fase di quasi completa caduta delle caliptre (BBCH68) . Per le varietà o nelle zone più precoci, siamo in fase di allegagione avanzata (BBCH 71).

Peronospora: Si stanno trovando foglie con sporulazioni relative all’infezione dl 14 maggio, mentre potrebbero a breve comparire le infezioni avvenute con le piogge dell’inizio settimana scorsa.
Nel complesso per il mese di maggio i programmi di simulazione segnalano tre momenti in cui le spore di peronospora potrebbero aver infettato con successo la vite: in occasione delle piogge dei giorni 3 e 4 maggio, del 14 e del 22 maggio.
Nei vigneti a conduzione biologica è necessario  mantenere la copertura con i prodotti rameici meno aggressivi per la fase di fioritura (esempio solfato tribasico o poltiglia bordolese), trattando a ridosso delle piogge. Per le aziende non biologiche, ultimare l’applicazione dei sistemici quali   Metalaxil o Benalaxil, abbinati al Rame. In  alternativa, oppure nel caso si siano ultimati gli interventi previsti in etichetta con questi ultimi, si può proseguire con i prodotti che si legano alle cere come i CAA (Dimetomorf, Iprovalicarb, Mandipropamide), Zoxamide, Zorvec, Cimoxanil, facendo sempre attenzione anche per questi alle indicazioni di impiego indicati in etichetta, per non superare il numero massimo di interventi previsti. Con la fine fioritura vanno sospesi i trattamenti con i fosfiti e i fosfonati, in quanto poco performanti nella protezione dei grappoli e per evitare problemi di residui nelle uve e nel vino.

Oidio: non si segnalano ancora infezioni sulle viti, anche se siamo in una fase fenologica critica. Abbinata alla difesa antiperonosporica di copertura aggiungere  zolfo liquido o in polvere bagnabile aumentando i dosaggi, mentre per chi usa i prodotti antiperonosporici di sintesi è preferibile abbinare un prodotto antioidico che mantenga lo stesso intervallo di tempo (es. Karathane Star, IBE+Zolfo, Prosper…)

Botrite: si sta trovando qualche racimolo colpito da botrite. Con la fine fioritura e ingrossamento acini ci sarà da prevedere la protezione nei confronti di questo fungo, dal momento che le condizioni per il suo sviluppo sono favorevoli. Con il prossimo bollettino si daranno indicazioni sui prodotti da impiegare.

Tignoletta:  si stanno trovando le prime larve. Sono iniziati i controlli delle popolazioni nelle aree a confusione sessuale. In tutti i casi comunque in questa fase non sono previsti trattamenti.

Cocciniglie:  la migrazione delle neanidi non è ancora iniziata.

Interventi colturali: la vegetazione si sta sviluppando velocemente; per iniziare la cimatura è opportuno comunque aspettare l’ingrossamento degli acini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *