Bollettino fitosanitario del 10 Luglio 2018

Meteo: la settimana è ancora all’insegna di una elevata instabilità, con probabili temporali locali mercoledì sera  e probabilmente tra sabato e domenica.

Fase fenologica: la fase fenologica è di pre-invaiatura (BBCH79-80); nelle varietà precoci non coltivate in Valpolicella l’invaiatura è gia iniziata.

Peronospora: le infezioni di peronospora sono ancora attive, anche se sotto controllo per quanto riguarda i grappoli. Rimane da tenere pulita la vegetazione dalle infezioni secondarie, ripristinando la copertura con i soli prodotti rameici. Nel caso dei produttori biologici va prestata attenzione a non superare i quantitativi di rame autorizzati.

Oidio: si segnala sempre più spesso la presenza di oidio su grappolo, soprattutto nelle zone collinari; si raccomanda pertanto di non trascurare la prevenzione di questa patologia ripristinando la copertura con prodotti a base di zolfo. Dove possibile, fino alle prime ore del mattino si può distribuire zolfo in polvere, anche ramato.

Tignoletta: il volo della seconda generazione è finito. Si raccomanda di cambiare i feromoni delle trappole per il monitoraggio

Grandine:  in caso di eventi grandinigeni in questo periodo, si consiglia di intervenire con tempestività con prodotti a base di bicarbonato di potassio oppure con rameici (da non applicare insieme per evitare fenomeni di fitotossicità); oppure ancora con antibotritici microbiologici o terpenici. Il folpet, oltre che essere un prodotto molto pericoloso per la salute (sospettato di provocare il cancro), a volte proposto dopo le grandinate, rimane efficace solo se applicato entro le 12/18 ore dall’evento, ma da questo periodo inizia ad avere effetti negativi sulla fermentazione dei mosti.

Olivo: per la mosca le previsioni sono di forti intestazioni, pertanto si consiglia di esporre le trappole con funzione di “Attrack & Kill” entro la metà di luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *