31 marzo 2019, il wine shop Domìni Veneti di Sirmione (BS) festeggia il trentennale della linea premium con un evento organizzato in collaborazione con l’istituto alberghiero di Desenzano

Il vino è una delle voci più importanti dell’export agroalimentare italiano (+3,5%, per 6.204 milioni di euro nel 2018, dai Istat, marzo 2019) ed anche per questo, le università italiane, nella loro offerta formativa, comprendono sempre più corsi di viticoltura ed enologia. Naturale, quindi, che anche gli istituti superiori vogliano prepare i ragazzi ad affrontare queste tematiche. Ed è questa anche l’intenzione dell’istituto alberghiero di Desenzano Caterina de’ Medici (sezione staccata del’originale di Gardone Riviera), presieduto dal dirigente scolastico Venceslao Boselli, che nel prossimo futuro vorrebbe comprendere studi propedeutici ad una carriera dei propri studenti in ambito vitivinicolo. Ad annunciarlo è la direzione dell’istituto che, nel frattempo, ha già iniziato a far incontrare gli allievi con tecnici di Consorzi vinicoli e cantine per delle lezioni di primo approccio alla vitivinicoltura.

Un trentennale “diVino” preparato dagli studenti e patrocinato dal comune di Sirmione. Va in questo senso anche la collaborazione di conoscenza e scambio di professionalità con Cantina Valpolicella Negrar, che di recente ha aperto un’enoteca a Sirmione dedicata a Domìni Veneti, linea premium di cui, quest’anno, si celebrano i trent’anni di storia. Per festeggiare l’importante ricorrenza, gli studenti delle classi III, IV e V del Caterina de’ Medici, coordinati dal professor Orazio Saretto, sono stati coinvolti dalla cantina, da sempre sensibile al mondo della scuola e alla formazione professionale, nell’ideazione del menù, che sarà servito, sempre dagli studenti, nel buffet con degustazioni domenica 31 marzo, dalle ore 12:30 alle 16.

Protagonisti del menù – antipasto e primo piatto – saranno prodotti tipici a denominazione protetta e comunale d’origine, quali il grana padano Dop e il salame morenico Deco di Pozzolengo, quest’ultimo prodotto artigianalmente con un impasto privo di glutine e lattosio, senza aglio ed un uso mai invadente delle spezie, ma con una sapiente presenza di succo di vino a caratterizzarne il sapore. Un abbinamento perfetto per il Bardolino Chiaretto Doc Classico e il Valpolicella Superiore Ripasso Domìni Veneti 2016 che saranno serviti insieme alle pietanze. Il finale sarà naturalmente dolce, con la sbrisolona e la torta dedicata al 30° Domìni Veneti, abbinate al Recioto Classico e Spumante Docg, preparate dagli studenti di pasticceria capitanati dal professor Vittorio Mombelli, allievo a suo tempo di Iginio Massari (contributo di partecipazione 10 euro a persona, ulteriori info tel. 030-9196661, email wineshopsirmione@cantinanegrar.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *